STATUTO SOCIALE DEL. G.S. CORALLO SUB

ART. 1

E’ COSTITUITA  PER VOLONTA’ DEI  SOCI   IN   DATA  1/06/2002 LA  SOCIETA’     DENOMINATA “CORALLO SUB” CON SEDE IN ALGHERO . IL SUDDETTO GRUPPO   SPORTIVO   E’ AFFILIATO   ALLA F.I.P.S.A.S. FEDERAZIONE ITALIANA  PESCA SPORTIVA E  ATTIVITA’ SUBACQUEE VERSO  LA QUALE SI IMPEGNA DI ACCETTARE LA  PRESCRIZIONE DELLO STATUTO E DEL REGOLAMENTO GENERALE  NONCHE’  LE DISPOSIZIONI  DI   MASSIMA EMANATE DALLA SEDE CENTRALE.

ART. 2

GLI SCOPI DI CARATTERE GENERALE DELLA SOCIETA’ SONO QUELLI DELLA FEDERAZIONE CUI E’ AFFILIATA, IN PARTICOLARE TUTELA GLI INTERESSI DEI PESCATORI SPORTIVI E DELLO SPORT SUBACQUEO IN TUTTE LE SUE FORME.

ART. 3

LA SOCIETA’ PER RAGGIUNGERE I SUOI SCOPI SI PROPONE LA SCELTA E LA CREAZIONE DI UNA SEDE SOCIALE IN ALGHERO, NONCHE’ LA RACCOLTA DI ADESIONI ALLA SOCIETA’, PROMUOVERE MANIFESTAZIONI SPORTIVE., PARTECIPARE AI CAMPIONATI DELLE SPECIALITA F.I.P.S.A.S., PROMUOVERE ATTIVITA’ DIDATTICA. PROMUOVERE E DIVULGARE  LE ATTIVITA’ CULTURALI E SCIENTIFICHE  INERENTI  IL MARE E L’AMBIENTE SUBACQUEO. SVOLGERE ATTIVITA’ CHE NON CONTRASTI CON GLI SCOPI DELLA F.I.P.S.A.S .

ART. 4

FARANNO PARTE DEL. G.S. CORALLO SUB TUTTI I SOCI CHE RISPETTERANNO LE PRESENTI NORME STATUTARIE

ART. 5

L’ASSOCIAZIONE E’ APERTA A TUTTI I CITTADINI  ITALIANI E STRANIERI

ART. 6

COLORO CHE INTENDONO ASSOCIARSI,  DOVRANNO VERSARE ANNUALMENTE UNA QUOTA IL CUI AMMONTARE  SARA’ DETERMINATO ANNO PER ANNO DAL CONSIGLIO DIRETTIVO.

ART. 7

I SOCI SI DIVIDONO IN TRE CATEGORIE: SOCI EFFETTIVI ( PAGANO L’INTERA QUOTA SOCIALE) SOCI FAMILIARI (RIDUZIONE DEL 50 % SE SENZA REDDITO PROPRIO) SOCI ONORARI ( ESENTATI DALLA QUOTA SOCIALE) TUTTI I SOCI HANNO DIRITTO DI VOTO IN ASSEMBLEA, PURCHE’ ABBIANO COMPIUTO 18 ANNI E SIANO IN REGOLA CON IL PAGAMENTO DELLA QUOTA SOCIALE.

ART. 8

L’ANNO FINANZIARIO, HA INIZIO IL 1 GENNAIO E FINISCE IL 31 DICEMBRE.

ART. 9

LA QUOTA SOCIALE DEVE ESSERE VERSATA  ENTRO E NON OLTRE IL 31 GENNAIO, QUALORA CIO’ NON AVVENGA ENTRO IL  31 MARZO SUCCESSIVO, IL SOCIO MOROSO POTRA’ ESSERE RADIATO DALLA SOCIETA’  PUR RIMANENDO DEBITORE VERSO LA STESSA. E PERDERA’ OGNI DIRITTO SUL PATRIMONIO SOCIALE.

ART. 10

IL SOCIO AMMESSO E’ TENUTO A PAGARE LA QUOTA PER INTERO IN QUANTO ESSA NON E’ FRAZIONABILE.

ART.11

IL CONSIGLIO DIRETTIVO SI RISERVA IL DIRITTO DI RIFIUTARE L’ISCRIZIONE A COLUI CHE NE FACCIA RICHIESTA, SENZA ESSERE TENUTO  ALLA MOTIVAZIONE. SE NON  SU RICHIESTA  SCRITTA  DEL SOCIO PRESENTATORE.

ART. 12

IL PATRIMONIO DELLA CORALLO SUB E’ PROPRIETA’ DEI SOCI, I QUALI NE ASSUMONO ATTIVITA’ E PASSIVITA’. ESSO E’ COSTITUITO DAI FONDI LIQUIDI DERIVANTI DALLE QUOTE ASSOCIATIVE, CONTRIBUTI DI ENTI PUBBLICI E PRIVATI, DONAZIONI BENI MOBILI E IMMOBILI RISULTANTI DAL RELATIVO INVENTARIO ANNUALE STILATO INSIEME AI BILANCIO CONSUNTIVO.

ART. 13

E’ FATTO DIVIETO DI DISTRIBUIRE ANCHE IN MODO INDIRETTO, UTILI O AVANZI DI GESTIONE NONCHE’ FONDI  RISERVE O CAPITALE DURANTE LA VITA DELL’ASSOCIAZIONE, SALVO CHE LA DESTINAZIONE O LA DISTRIBUZIONE NON SIANO IMPOSTE DALLA LEGGE.

IN CASO DI SCIOGLIMENTO PER QUALUNQUE CAUSA,  IL PATRIMONIO DELL’ ASSOCIAZIONE  SARA’ DEVOLUTO AD ALTRA ASSOCIAZIONE CON FINALITA’ ANALOGHE O AI FINI DI PUBBLICA UTILITA’,  SENTITO L’ORGANISMO DI CONTROLLO DI CUI ALL’ART. 3, COMMA 190, DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1996, N. 662 E SALVO DIVERSA  DESTINAZIONE IMPOSTA DALLA LEGGE.

ART. 14

IL REGOLAMENTO DELLA SOCIETA’ VIENE EMANATO DAL CONSIGLIO DIRETTIVO E DISCIPLINA IL FUNZIONAMENTO TECNICO ED ORGANIZZATIVO DELLA SOCIETA’.

ART. 15

IL CONSIGLIO DIRETTIVO VIENE ELETTO OGNI  QUADRIENNIO OLIMPICO DALL’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI

ART. 16

L’ASSOCIAZIONE E’ RETTA DA UN CONSIGLIO DIRETTIVO COMPOSTO DA UN MINIMO DI 5 MEMBRI AD UN MASSIMO DI UNDICI , IL CONSIGLIO DIRETTIVO,  ELEGGE AL SUO INTERNO IL PRESIDENTE, IL VICE PRESIDENTE  ED IL SEGRETARIO AMMINISTRATORE.

ART. 17

L’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI  ELEGGE INOLTRE  DUE REVISORI DEI CONTI 

ART. 18

IL CONSIGLIO DIRETTIVO DOVRA’  SUBITO DOPO IL SUO INSEDIAMENTO UFFICIALE  DISTRIBUIRE GLI INCARICHI PER L’ATTIVITA’ SOCIALE  A COLORO CHE VERRANNO DESIGNATI PER LE VARIE DISCIPLINE .

ART. 19

IL PRESIDENTE HA FACOLTA’ QUALORA LO RITENGA OPPORTUNO E COMUNQUE UTILE, DI PROVVEDERE  AL REINTEGRO DEL NUMERO DEI CONSIGLIERI FINO AL MASSIMO CONSENTITO DAL PRESENTE STATUTO,  I CONSIGLIERI DI NOMINA PRESIDENZIALE, RESTANO IN CARICA  FINO ALLA SCADENZA DEL MANDATO OLIMPICO. IL CONSIGLIO DIRETTIVO  SARA’ VALIDO IN PRESENZA DELLA META’ PIU UNO DEI CONSIGLIERI SIANO ESSI ELETTI OD INTEGRATI. IN CASO CONTRARIO SI INDIRANNO NUOVE ELEZIONI.

ART. 20

LE DELIBERE DEL CONSIGLIO  SARANNO PRESE A MAGGIORANZA DI VOTO, IN CASO DI PARITA’ PREVARRA ‘ IL VOTO DEL PRESIDENTE.

ART. 21

L’ASSEMBLE GENERALE DEI SOCI  VERRA’ CONVOCATA ALMENO UNA VOLTA ALL’ANNO PER L’APPROVAZIONE DEI BILANCI, O QUANDO LA MAGGIORANZA DEL CONSIGLIO DIRETTIVO NE FACCIA RICHIESTA.

ART. 22

COMPITI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO SONO: AMMINISTRARE IL PATRIMONIO SOCIALE. COMPILARE I BILANCI. PROMUOVERE L’ATTIVITA’ DEI VARI SETTORI.  DECIDERE  E DELIBERARE SUGLI  ARGOMENTI  PER  IL  QUALE ABBIA AVUTO ESPRESSO MANDATO DALLA  ASSEMBLEA DEI SOCI. CONVOCARE L’ASSEBLEA GENERALE DEI SOCI. EVENTUALI DELIBERE URGENTI.

ART. 23

LA RAPPRESENTANZA LEGALE E LA FIRMA UFFICIALE  SPETTA AL PRESIDENTE.

ART. 24

PER QUANTO RIGUARDA L’ATTIVITA’ SUBACQUEA E’ PREVISTA LA CREAZIONE DI CENTRI D’IMMERSIONE, CHE POTRANNO LAVORARE ANCHE IN SEZIONE STACCATA DALLA SOCIETA’ PURCHE’ IN CONFORMITA’ CON LE LEGGI DELLO STATO ED I REGOLAMENTI PARTICOLARI DELLA F.I.P.S.A.S.

ART. 25

DETTI CENTRI  POTRANNO ESSERE FREQUENTATI  SOLO DA SOCI DEL G.S. CORALLO SUB, OD OSPITI  IN POSSESSO DI TESSERA FEDERALE F.I.P.S.A.S. VALIDA PER L’ANNO IN CORSO. RESTA INTESO  CHE QUALSIASI INTROITO IN DENARO RICHIESTO A COLORO CHE FREQUENTANO I CENTRI D’IMMERSIONE SARA’ DOVUTO UNICAMENTE COME CONTRIBUTO SPESE PER  L’ACQUISTO DEL CARBURANTE  DELLE IMBARCAZIONI, O PER IL COSTO DI ESERCIZIO DELLE ATTREZZATURE COME COMPRESSORI,  AUTORESPIRATORI,  OD ALTRE ATTREZZATURE DI PROPRIETA’ DELLA SOCIETA’ O DEI SOCI CHE LI METTONO A DISPOSIZIONE.

ART. 26

IL RESPONSABILE DI UN CENTRO D’IMMERSIONE DOVRA’ ESSERE UN ISTRUTTORE FEDERALE  F.I.P.S.A.S. E DOVRA’ ESSERE COADIUVATO DA  ALMENO DUE  TRA AIUTO ISTRUTTORI O ACCOMPAGNATORI SUBACQUEI.

ART. 27

LE MODIFICHE DEL PRESENTE STATUTO DOVRANNO ESSERE ASSUNTE DALL’ASSEMBLEA STRAORDINARIA CON IL VOTO FAVOREVOLE DELLA MAGGIORANZA PIU’ UNO DEI VOTI DEGLI AVENTI DIRITTO, AL VOTO DELL’ASSOCIAZIONE. LE MODIFICHE DELLO STATUTO APPROVATE DALL’ASSEMBLEA DEVONO ESSERE RATIFICATE DALLA FIPSAS.

ART. 28

IL PRESENTE STATUTO ENTRA IN VIGORE IL  1 GIUGNO 2002  E VERRA’ CUSTODITO FRA I DOCUMENTI UFFICIALI  DEL G.S. CORALLO SUB, COPIA DELLO STESSO SARA’ DEPOSITATA PRESSO LA SEZIONE PROVINCIALE F.I.P.S.A.S. . ESSO SOSTITUISCE IN TUTTO E PER TUTTO I PRECEDENTI.

LETTO RILETTO E APPROVATO CON DELIBERA N. 1/2002 IN DATA 01 GIUGNO 2002 DALLA ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI

FIRMATARI: SECHI ALBERTO, BARBIERI ROBERTO, FERRIGATO IVAN, LOBRANO LUCIANO, PERU ANTONELLO SEBASTIANO, CARIA RICCARDO, POLANO CARMELO.

REGISTRATO PRESSO UFFICIO DELLE ENTRATE A SASSARI SEZIONE STACCATA DI ALGHERO IL 30/04/2003 SERIE 3 CON VERSAMENTO DI EURO 129,11

 

                                                                                  IL PRESIDENTE